Ti trovi in  > Home > Il Consorzio

Il Consorzio

Il Consorzio di Bonifica è un ente pubblico economico che opera sul proprio comprensorio per favorirne la crescita e la competitività, grazie ad azioni di forte incidenza per la sicurezza territoriale ed ambientale e, di recente, anche alimentare. 
Il comprensorio della Baraggia fu classificato con Decreto interministeriale 30 dicembre 1929 n. 2357, insieme ad altri 7 in Italia, quale territorio da assoggettare a trasformazione economica e sociale, di pubblico interesse.
Questo atto è stato di importanza fondamentale perché ha costituto il presupposto giuridico per l’ottenimento dei finanziamenti stanziati da numerose  leggi succedutesi nel tempo. Ma affinché si potessero acquisire i risultati previsti occorreva un Ente che assumesse l’iniziativa di programmare, realizzare e gestire tutti gli interventi finalizzati allo scopo.
Il Consorzio di Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese nacque  il 9 dicembre 1950, con Decreto n. 3862 a firma del presidente della Repubblica Luigi Einaudi.
L’area geografica su cui opera è rappresentata da un quadrilatero irregolare di 40.938 ettari comprendente la parte settentrionale del territorio della Provincia di Vercelli e la meridionale della Provincia di Biella.

Il nome “Baraggia” di origine incerta, forse celtica, sta ad indicare un terreno dove non possono crescere che rovi, vegetazione da sottobosco ricca di spine, erica, brugo e querce. Rendere coltivabile e fertile questa tipologia di terreno ha richiesto un lungo percorso non ancora completamente portato a termine.
Con la costituzione del Consorzio si è dato avvio ad uno sforzo imponente che ha portato a colmare le profonde lacune del territorio, grazie alla realizzazione della viabilità minore, degli elettrodotti, degli spianamenti dei terreni, degli acquedotti, delle infrastrutture irrigue, valorizzando sia i terreni già coltivati della parte centro orientale del comprensorio, sia quelli di nuova irrigazione. 
Grazie all’azione del Consorzio la Baraggia ha superato la povertà originaria, uscendo dall’isolamento e dal fango; si crearono quindi quei presupposti per consentire la meccanizzazione nel lavoro della terra, per contrastare l’esodo della popolazione rurale e per convincere quei “pionieri” provenienti in particolar modo dal Veneto e dalla Calabria a costruirsi un futuro come “Gente di Baraggia”.

Oggi il volto della “Baraggia” è radicalmente cambiato e la diversità la si può cogliere in tutte le zone arricchite dal patrimonio di infrastrutture pubbliche e private e nel miglioramento delle condizioni di vita della popolazione che rappresentano l’effettivo indice del progresso del territorio consortile testimoniato dalle opere e dalle cifre degli investimenti.
Con l’attuazione della parte infrastrutturale, l’attività del Consorzio si è via via spostata alle funzioni gestionali delle opere realizzate, alla tutela e difesa del territorio.

La bonifica come opera attraverso la quale si rende atta allo sviluppo socioeconomico una terra che non lo sia e la storia della Baraggia stessa ci possono dare un’idea del percorso e dei risultati che possono essere raggiunti: dalla necessità di trasformazione fondiaria economica sociale considerata all’inizio, sino alla situazione attuale, che può vantare anche l’attribuzione, alla sua produzione risicola, della qualifica di Denominazione di Origine Protetta, unica per l’Italia, un riconoscimento che - al di là del valore economico che apporta - ha il significato simbolico dello sviluppo.  

CONSORZIO DI BONIFICA DELLA BARAGGIA BIELLESE E VERCELLESE
Via Fratelli Bandiera 16, 13100 Vercelli
Telefono: 0161/283811 - Fax: 0161/257425
email: segreteria@consorziobaraggia.it consorziobaraggia@legalmail.it 

C.F. e P. IVA 02199110020